Scopri i rimedi per l’ allergia agli acari della polvere

Se stai leggendo questo articolo sicuramente sai bene cosa significa soffrire di allergia agli acari, oppure cerchi di scoprire se stai diventando allergico.

Tranquillo, non sei affatto da solo: la polvere è un problema che riguarda il 75% delle allergie respiratorie e purtroppo causa disturbi in ogni periodo dell’anno. Ci sono però alcuni accorgimenti per ridurre l’esposizione a questo allergene: scopriamo insieme quali sono i sintomi e i rimedi per convivere il meglio che possiamo con questa fastidiosa allergia.

I sintomi più comuni dell’ allergia agli acari

In casa tua (e non solo) sicuramente gli acari sono presenti: questi microscopici animaletti infatti si trovano nella polvere, sui cuscini, sulle lenzuola, nei materassi, sul pelo degli animali (cani e gatti in primis), ma anche su tende, tappeti e divani, oltre che sui mobili.

In particolare, il materasso e i cuscini sono l’habitat perfetto per gli acari a causa dell’aumento di temperatura e di umidità che si sviluppa con il contatto prolungato del corpo. Ecco spiegato perché spesso i sintomi respiratori dell’allergia diventano più acuti durante la notte.

Tra i sintomi più comuni dell’allergia agli acari abbiamo: difficoltà respiratoria, tosse, congestione nasale, gonfiore agli occhi (appaiono arrossati), lacrimazione eccessiva, congiuntivite, prurito al naso e alla gola, eruzione cutanea, dermatite e asma.

A volte c’è chi scambia l’allergia per un semplice raffreddore, non accorgendosi però che un sintomo prolungato è spesso qualcosa di più e va curato nel modo corretto.

Nello specifico, stai attento se:

  • hai attacchi di tosse secca durante il sonno;
  • hai starnuti continui (soprattutto al mattino quando ti svegli);
  • il tuo respiro è sibilante (quando espiri l’aria si sente un fischio);
  • ti dà fastidio la luce;
  • ti senti affaticato durante il giorno.

 

Oltre a parlarne con il tuo medico per capire quali accurati test cutanei ed esami del sangue sia meglio fare prima di prendere i farmaci ad hoc come gli antistaminici, ti consigliamo di seguire questi semplici consigli se sei allergico oppure se stai leggendo queste righe e stai constatando di avere una possibile allergia agli acari: tranquillo, a tutto si può rimediare!

Ecco che cosa puoi fare.

I migliori rimedi per l’ allergia agli acari

1. Per prima cosa devi cercare di migliorare la pulizia della casa: la polvere è il tuo nemico e si nasconde ovunque. Anche sui termosifoni che con l’inverno riprendono a scaldare e a spargerla ovunque nell’aria!

2. Poi è assolutamente il caso di controllare i materassi e i cuscini di tutte le camere da letto della casa, oltre che quelli di poltrone e divani in salotto. Infatti si sa che l’acaro predilige proprio materassi e cuscini per insediarsi e proliferare. Sarebbe opportuno utilizzare materassi, cuscini e biancheria da letto “anti-acaro”, ovvero impermeabili agli allergeni e traspiranti. Se stai cercando un materasso in cui l’acaro non può andare a nascondersi, quello in memory è quello che fa per te. Cambiare materasso non sarà solo un beneficio per la tua allergia, ma scoprirai ben presto che ti cambierà il sonno (e la vita). Leggi gli altri articoli del nostro blog per scoprirne i numerosi benefici. E se non conosci il materasso Dormillo, visita il suo sito web! Risolverai gran parte dei tuoi problemi (non solo quelli allergici).

 

3. Anche se esiste una predisposizione genetica per le allergie, è possibile che queste si sviluppino nel corso del tempo. Quindi la presenza di un alto livello di acari della polvere (e l’accumulo delle loro feci) può provocare lo sviluppo di un’allergia in persone che in precedenza non lo sono mai state. Prevenire è meglio che curare: ecco perché un ambiente pulito in ogni dettaglio (dal materasso ai mobili) può aiutare.

 

4. Passa l’aspirapolvere anche 2 volte a settimana se lo ritieni necessario: ti aiuterà ad evitare fastidiosi problemi in futuro. E se riesci, meglio che abbia i filtri HEPA, ad alta efficacia. Inoltre, sui mobili passa un panno umido e sui pavimenti evita la scopa, altrimenti la polvere resta nell’aria.

 

5. Per quanto riguarda l’arredamento della casa è meglio, ove possibile, scegliere il legno, il metallo e la plastica, che sono facilmente lavabili.

 

6. Evita di usare coperte di lana, meglio quelle in fibra sintetica.

 

7. Lava spesso la biancheria del letto ad una temperatura di almeno 60°C: solo così infatti si possono uccidere del tutto gli acari della polvere.

 

8. Cerca di ventilare di più gli ambienti della casa, soprattutto quelli in cui dormi, e mantieni un clima asciutto sui 20-21 gradi; l’umidità è da evitare il più possibile.

 

9. Anche l’inquinamento è da evitare se si soffre di questa allergia: sia quello dei gas di scarico delle auto, sia il fumo da tabacco.

 

10. Infine valuta di utilizzare prodotti naturali, come integratori che agiscono sul sistema immunitario, rimedi fitoterpici e una corretta alimentazione come spiegato nel post quali cibi favoriscono sonno.

 

Prestando attenzione a questi accorgimenti dovresti facilmente ridurre alcuni fastidiosi problemi causati dalla polvere: se ne conosci altri, condividili con noi in un commento qui sotto. Aiutaci ad aiutare altre persone!


Ora che conosci questi ottimi trucchi, se vuoi scoprire come stai dormendo inserisci la tua email nel form e ricevi GRATIS il primo capitolo de “LA PRINCIPESSA SUL DORMILLO” che contiene il test di valutazione del tuo sonno.

Scopri il mondo di Dormillo

Il materasso che puoi provare per 100 notti (e che poi non vorrai lasciare mai più)!

Visita il sito web dormillo.it.

Comments are closed.